Menu Chiudi

Coronavirus, alcol e art. 186 CdS: cosa hanno in comune? AGGIORNAMENTO 16/06/2020

Purtroppo in questi ultimi mesi il mondo sta affrontando una delle più grosse crisi sanitarie ed economiche degli ultimi secoli: il virus COVID-19, anche noto come Coronavirus, sta infatti imponendo dei cambiamenti radicali nella nostra cultura e nel nostro modo di vivere. Quarantena, utilizzo di mascherine per poter circolare, divieto di assembramenti, attività di ogni sorta chiuse, eventi annullati, mancanza di posti letto in terapia intensiva sono solamente alcuni dei tremendi problemi che questo virus sta causando.

A questo punto della lettura vi starete chiedendo: cosa c’entra il Coronavirus con l’alcol e la guida in stato di ebbrezza (art. 186 CdS)? Anche se a prima vista infatti questi argomenti sembrano completamente scollegati tra loro, analizzandoli meglio e ripensando ad alcune notizie uscite negli ultimi mesi è facile dimostrare come questi due mondi in realtà presentino dei punti di connessione:

  1. Innanzitutto non è assolutamente vero che l’alcol aiuta a sconfiggere o protegge dal COVID-19 (come invece aveva ironizzato questo simpatico gruppo di ragazzi veneti), anzi, l’Istituto Superiore di Sanità a tal proposito sul suo sito web ha riportato e tradotto un interessantissimo documento prodotto dall’OMS che:
    • sfata i falsi miti sul rapporto alcol-Coronavirus;
    • elenca le fake news emerse negli ultimi mesi;
    • conferma che l’alcol è dannoso anche in presenza di COVID-19 (anzi ne aumenta il rischio di infezione ad esempio).
  2. In alcune zone italiane, a causa dell’alto tasso di trasmissione e rischio di infezione del COVID-19, nei mesi scorsi erano state sospese le verifiche stradali tramite Etilometro o Alcol Test, quindi di fatto le Forze dell’Ordine avevano diminuito i controlli per guida in stato di ebbrezza (come indicato ad esempio in questo articolo). Attenzione però, su questo argomento non c’è una normativa specifica e dipende dalle zone e dal periodo (i controlli sono diminuiti ma non sospesi per legge), quindi questo non vi da il permesso di poter guidare ubriachi! Se vi viene richiesto di effettuare l’etilometro o venite coinvolti in un incidente dopo aver bevuto, sarete passabili di art. 186 CdS e di tutto ciò che ne consegue. In conclusione: anche in periodo di pandemia non guidate se avete bevuto!
  3. Sempre a causa della chiusura delle strutture aperte al pubblico dovuta al diffondersi della pandemia di COVID-19, alcune CML provinciali hanno sospeso temporaneamente le commissioni mediche per il rinnovo/rilascio patenti (quindi anche in caso di rilascio/rinnovo a seguito di guida in stato di ebbrezza e/o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti), prorogando in alcune circostanze la validità legale degli esami clinici da presentare in fase di commissione (se li avete già effettuati, la validità legale infatti solitamente è di 3 mesi). Ne sono un esempio le CML della zona Toscana Centro (Empoli, Firenze, Pistoia, Prato) che, come indicato sul loro sito ufficiale, hanno sospeso le commissione mediche fino al 3 giugno 2020 e prorogato la validità degli esami medici da presentare. Consultate la vostra CML per capire quali decisioni sono state prese in tal senso e come dovete comportarvi nel caso dobbiate sostenere la commissione medica in questo triste periodo!

AGGIORNAMENTO DEL 04/06/2020: nel mese di giugno 2020, in concomitanza con l’inizio della “Fase 3” della pandemia di Covid-19 e in ottemperanza alle ultime disposizioni ministeriali, molte CML italiane hanno ripreso a svolgere le attività di Commissione Medica per il rinnovo e/o revisione della patente di guida (quindi anche a seguito di ritiro per guida in stato di ebbrezza e/o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti). Le CML della zona Toscana Centro (Empoli, Firenze, Pistoia, Prato) ad esempio, come indicato all’interno del loro sito ufficiale, in data 04/06/2020 hanno ripreso le sedute della Commissione Medica Locale Patenti di Guida, prorogando la validità degli esami medici oltre i tre mesi previsti dalla legge. Al momento però queste CML effettueranno le visite di revisione/rinnovo ai soli utenti che avevano preso appuntamento prima del periodo di sospensione dovuto al Covid-19, non permettendo ancora di effettuare nuove prenotazioni.

AGGIORNAMENTO DEL 16/06/2020: in data 16 Giugno 2020 le CML della zona Toscana Centro (Empoli, Firenze, Pistoia, Prato), tramite il loro sito ufficiale, hanno comunicato che è stata ripristinata l’attività di prenotazione della Commissione Medica Locale (solamente in modalità telefonica) per revisione/rinnovo delle patenti di guida. Sul sito sono presenti anche utilissime informazioni riguardanti la proroga di validità della patente per tutti coloro a cui è scaduta (o scadrà) durante il periodo di Covid-19 (Gennaio 2020 – 31 Agosto 2020).

Contatta la tua CML per saperne di più!

Coronavirus, alcol e art. 186 CdS: cosa hanno in comune?

Lascia un commento o fai una domanda

scroll on top