Menu Chiudi

Guida in stato di ebbrezza a Firenze: iter amministrativo

In questa sezione di Patente Alcolica presenterò l’iter amministrativo che ho affrontato durante la mia esperienza di guida in stato di ebbrezza a Firenze. La parte amministrativa dell’articolo 186 CdS consiste in tutte quelle azioni di natura NON penale che devono essere svolte al fine di riottenere la patente di guida: fanno parte di queste azioni le visite mediche e gli esami clinici che è necessario sostenere per conto della Commissione Medica Locale (CML) e i contatti da prendere con la Prefettura e la Motorizzazione Civile.

Presenterò ed approfondirò il mio specifico caso, che ha previsto di interfacciarmi con la Commissione Medica Locale, la Prefettura e la Motorizzazione Civile di Firenze. Come già evidenziato in precedenza, le azioni che ho intrapreso e che presenterò in questa sezione non sono generalizzabili ed estendibili a tutti i casi: ciascun caso è differente dall’altro, quindi l’ordine temporale, l’entità e le conseguenze delle azioni che ho intrapreso nel mio iter per riottenere la patente potrebbero non coincidere con la vostra esperienza (anzi sicuramente non coincideranno!).

Questa sezione analizza quindi un possibile scenario da cui prendere spunto per riottenere la patente a seguito di ritiro per guida in stato di ebbrezza: non prendetela come una sorta di Bibbia o guida spirituale da seguire alla lettera (anche perché se avrete la “sfortuna” di incappare nell’articolo 186 CdS vi renderete conto che le cose vanno in modo differente da caso a caso).

IMPORTANTE: presenterò in ordine cronologico i fatti avvenuti durante l’anno 2018: è possibile che la legislazione italiana, gli articoli del Codice della Strada e le regole imposte dagli organi coinvolti nella giurisdizione di Firenze (Prefettura, CML, Motorizzazione Civile) siano differenti nel momento in cui leggerai questa pagina! Se avete però evidenza di modifiche nelle procedure comunicatecelo e provvederemo ad aggiornare le corrispondenti sezioni (con i dovuti ringraziamenti!).

Infine, i fatti e le azioni che presenterò sono da considerarsi a seguito del ritiro della patente: si considera quindi che sia già stato redatto il verbale da parte delle Forze dell’Ordine (se vuoi rileggere la corrispondente sezione clicca qui) e che siano già stati decurtati i punti dalla patente.

NOTA BENE: per la parte amministrativa della guida in stato di ebbrezza non è necessario il coinvolgimento dell’avvocato (indispensabile invece per l’iter penale).

Se invece vuoi consultare la nuova pagina di Patente Alcolica che tratta dell’iter amministrativo previsto nella regione Toscana per riottenere la patente a seguito di ritiro per guida in stato di ebbrezza (art. 186 CdS) e/o sotto l’effetto di stupefacenti (art. 187 CdS) clicca qui!

                 Indice               >>

2 commenti

  1. rosanna

    BUONGIORNO. VOLEVO SAPERE NEL CASO IN CUI SI FACESSERO PASSARE 4 ANNI DALLA SOSPENSIONE DI ( 3 MESI).
    COSA BISOGNA FARE PER RIAVERE LA PATENTE. ITER NORMALE O RIFARE GLI ESAMI DI SCUOLA GUIDA?
    GRAZIE

  2. patentealcolica

    Buonasera,
    dipende dal motivo della sospensione e dalla sua natura (amministrativa o penale): il consiglio è quello di recarsi ad una scuola guida e chiedere delucidazioni su come procedere. Di solito gli esami di scuola guida devono essere ripetuti a seguito di revoca della patente.

Lascia un commento o fai una domanda

scroll on top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: